Indizione stato di agitazione per tutto il personale di Comparto dell'A.O. Ruggi D'Aragone e ASL

 

La sottoscritta Organizzazione Sindacale

- vista la grave disattenzione da parte della Regione Campania alle problematiche della Sanità pubblica del territorio salernitano e l'inerzia dei Direttori Generali dell'Azienda ospedaliera e dell'ASL sull'organizzazione dei servizi sanitari in risposta alle esigenze dei cittadini e degli utenti;

- vista altresì la disattenzione per i diritti dei lavoratori: fondi contrattuali, coordinamento, ecc.;

- vista la mancata volontà di definzione delle dotazioni organiche minime nelle varie Strutture con conseguente demansionamento continuo di Infermieri, Oss, Coordinatori;

- visto l'ingessamento totale del ruolo e delle prerogative della RSU e delle OO.SS. che di fatto impedisce la realizzazione di uno stato di avanzamento su tutti gli istituti economici e contrattuali;

- vista la gestione compiacente verso i politici e la rinuncia alla gestione dell'Azienda per compiacere qualcuno o qualcosa;

- visto il continuo stillicidio e la vessazione dei lavoratori portata avanti con tracotanza dovuta ad una cattiva politica locale e regionale ai danni dei professionisti e delle stesse aziende;

Vista la gravità della situazione Nursind ha deciso di dichiarare lo stato di agitazione e parteciperà a tutte le iniziative a sostegno dello stesso, ivi comprese assemblee ed eventuali forme di lotta, non escludendo nemmeno il ricorso allo sciopero della fame.

Si chiede, pertanto, di espletare il tentativo obbligatorio di conciliazione al fine di scongiurare la messa in atto dello stato di agitazione.

 

Il Coordinatore regionale Nursind Campania

Pasquale Picariello