Stanno contando ore, minuti, 16.000 infermieri, sono pronti, alcuni hanno già raggiunto la città  di Bari dove si terranno le procedure pre-concorsuali da lunedì 25 a giovedì 28 luglio, 4 lunghissimi giorni. Al termine delle prove, saranno ammessi alla procedura concorsuale ordinaria, 1500 candidati, con il punteggio più alto, oltre agli ex aequo del 1500centesimo classificato e i candidati titolari del requisito di cui al DPCM 6/03/2015 e dell’art. 35, co. 3 bis, lett. a), del D.Lgs. 165/2001 (circa 700).

 Il concorso per l’assunzione di 199 infermieri, il primo dopo anni di attesa, valido per tutta la Regione Puglia è descritto dal Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, come..” un grande evento, risorse da cui attingere per l’imminente riordino della sanità e per i servizi territoriali, …ossigeno per la sanità pugliese”. Il concorso gestito dall’Azienda Sanitaria Locale di Bari, avrà la sua sede presso la Fiera del Levante (Padiglioni 19 e 20), organizzato in più sessioni, vedrà anche il sostegno della Polizia di Stato e Municipale.

Oltre ai posti a tempo indeterminato, l'ASL di Bari precisa che la graduatoria generale finale derivata dal concorso potrà essere utilizzata anche per ulteriori assunzioni a tempo determinato delle aziende sanitarie della regione Puglia.

La preoccupazione per l’elevato numero dei partecipanti ha spinto il direttore generale della Asl Bari, Vito Montanaro a chiedere la fattiva collaborazione a tutti i candidati di presentarsi, per ragioni di sicurezza, con puntualità ed esclusivamente negli orari previsti per il proprio turno secondo lo schema riportato consultabile tramite il sito:  http://www.sanita.puglia.it/web/asl-bari

Da parte nostra – ha concluso il direttore generale della Asl Bari - c’è il massimo impegno perché tutto si svolga nel modo migliore consentendo ai candidati di affrontare la prova con la massima concentrazione e la dovuta serenità. Dopo anni di studio e sacrifici, sono migliaia le persone che concorreranno con l’obiettivo di raggiungere uno sbocco lavorativo stabile. Da parte della Direzione Strategica della ASL di Bari un forte in bocca al lupo a tutti i candidati che sosteranno la prova preselettiva”.

Le sessioni saranno svolte in tre turni, primo turno la mattina dalle ore 08.30, il secondo turno avrà inizio alle ore 12.00 mentre il terzo alle ore 15.30, medesimi orari per tutti e 4 i giorni di preselezione. All’ingresso di ogni sessione verrà eseguita la procedura di accertamento, identificazione del candidato e verifica negli elenchi dell’ammissione alla prova selettiva, riceverà il foglio istruzioni, un cartellino di identificazione con i dati del candidato (cognome, nome e data di nascita), il foglio risposte, la penna (l’unica di cui è consentito l’utilizzo), e la coppia di codici a barre autoadesivi.

La prova preselettiva, della durata di 30 minuti, consisterà in una serie di quiz a risposta multipla, verterà sulle materie di cultura generale, logica, nonché sulle materie previste per le prove d'esame.

La correzione degli elaborati automatizzata in diretta streaming e pubblicamente, sarà effettuata presso la sede d'esame, al termine di ogni sessione. Il 28 luglio 2016, al termine dell’ultima giornata di prove,  si procederà sempre in seduta pubblica e diretta streaming alla lettura dei cartellini anagrafici (sino ad allora secretati) per la produzione della graduatoria nominativa.

I vertici aziendali assicurano che nel giro di 6/8 mesi potranno essere definitivamente concluse le operazioni relative al concorso pubblico, con la formulazione di due graduatorie distinte dei candidati idonei:

1. Una graduatoria a seguito di procedura di cui al D.P.C.M. del 06/03/2015 riservata agli infermieri occupati a tempo determinato, secondo l’ordine dei punteggi ottenuti dai candidati in possesso del relativo requisito;

2. Una graduatoria generale, secondo l’ordine dei punteggi ottenuti dagli altri candidati, tenuto conto delle riserve di cui ai punti b), c) e d) dell’Art. 2 del bando, nei limiti delle percentuali ivi previste, ove applicabili e con l’osservanza, a parità di punti, delle preferenze previste dall’art. 5 del DPR 487/94 e successive modificazioni ed integrazioni.

La graduatoria finale di merito generale rimarrà efficace per un termine di tre anni dalla data di pubblicazione, o secondo i termini previsti dalle norme di legge vigenti nel tempo, per i fabbisogni della ASL Bari e delle altre Aziende e/o Enti del S.S.R..

Ci auguriamo che la Puglia possa consegnare un valido modello di trasparenza e organizzazione di procedure concorsuali correttamente realizzate per tutte le regioni italiane. Finora le esperienze non sono state propriamente positive, ma confidiamo che si possa imparare dagli errori e soprattutto che finalmente la dotazione organica degli infermieri sia stabilita secondo standard adeguati, già evidenziati da molte indagini scientifiche (vedi Studio RN4CAST sostenuto da Nursind).

 

Fonte

www.regioni.it