Nel mese di ottobre 2015 NurSind ha pubblicato online un questionario in cui si chiedeva agli infermieri di evidenziare una problematica particolarmente sentita e di suggerirne eventuali proposte in vista del prossimo rinnovo contrattuale.
Il questionario era distinto in due tronconi:
- Le tematiche già contrattualizzate;
- Le tematiche fin’ora mai tenute in considerazione dai contratti nazionali ma messe a fuoco dal Nursind nell’ambito della propria attività sindacale in questi anni.
Ad ogni scelta poteva essere inserito un commento con la relativa proposta. Al questionario hanno risposto 1364 infermieri.
Di seguito sono elencate in ordine di maggior interesse riscontrato, le singole tematiche e le relative proposte suggerite. Si tratta di una vasta raccolta che ben evidenzia lo stato delle sofferenze della categoria. Le soluzioni prospettate non sempre sono in armonia tra loro a causa delle diverse condizioni personali e di lavoro in cui ognuno opera. Inoltre alcune tematiche non appartengono alla sfera contrattuale bensì a quella legislativa; in questa sede non le abbiamo cassate per mantenere una visione più generale delle problematiche sofferte dalla categoria.

Insieme all'evidenziazione delle problematiche, sono state suggerite anche delle proposte risolutive che in alcuni casi invece mancano e saranno quindi da definire.
Come promesso, NurSind si impegnerà a tradurle in articoli contrattuali e sottoporli all’attenzione dei soggetti che parteciperanno al tavolo delle trattative nella speranza possano essere accolte e tramutarsi concretamente in diritti e norme nazionali.

Anzianità di Servizio
 CRITICITA’
Sistema vetusto ed inadeguato delle fasce attuali
Forti critiche al sistema della “meritocrazia all’italiana”
Ritorno alla valorizzazione dell’esperienza lavorativa
Aumento esponenziale dello stress lavorativo
Disparità di trattamento tra aziende
PROPOSTE
Scatti automatici ogni 3/5 anni
Ind. supplementare ai 20-25-30 anni (adesso si va in pensione con i 42…)
Equiparare pubblico e privato considerando l’anzianità professionale acquisita
Riconoscere l’anzianità professionale nell’inquadramento
Riconoscerla nelle graduatorie
Sgravare gli anziani dalle notti; inserirli in servizi meno stressanti; part time facilitato
Inserire D7 e D8
Possibilità di Pensione anticipata volontaria a partire dal 30° anno anche se penalizzata.

Indennità Sanitaria
 DEFINIZIONE
“Indennità da stress lavoro correlato“ perché lavorare in favore di persone/cittadini, che hanno una condizione di mancanza di salute è stressante.
La “produzione” sanitaria ha un valore aggiunto non paragonabile al resto delle produzioni
non è facile assistere quando inizi ad aver bisogno di essere assistito…
PROPOSTE
Utilizzare il concetto di prossimità al paziente e valutarne l’entità
Almeno 300 € (era di 111,04 attualmente è di 36,15€, la più bassa tra i profili, appena superiore all’ausiliario di 12,91€)

Libera Professione
TESI A SOSTEGNO
Parificazione normativa con lo status dei medici
Regolerebbe un mercato altrimenti incontrollato
Con i tempi di crisi ognuno deve essere libero di poter incrementare le proprie entrate in maniera sicura e legale
PROPOSTE
Abolire l’esclusività
Estendere l’indennità di esclusività anche alle professioni sanitarie
Poterla esercitare fuori e dentro l’azienda
Legarla alla funzione di Infermiere di Famiglia
Consentire il part time iniziale a chi vuole intraprendere la Lib. Prof.
Poterla svolgere in ambulatori o reparti a conduzione infermieristica

Esclusività del rapporto
 TESI A SOSTEGNO
Parificazione normativa con lo status dei medici
Regolerebbe un mercato altrimenti incontrollato (lavoro nero)
Con i tempi di crisi ognuno deve essere libero di poter incrementare le proprie entrate in maniera sicura e legale
Lesione di un diritto costituzionale: se mi blocchi lo stipendio, allora mi devi dare la possibilità di guadagnare altrove
Sequestrati nei nostri luoghi di lavoro
PROPOSTE
Abolizione
Renderla opzionale e indennizzare  chi sceglie l’intramoenia

Libretto personale dell’Usura
TESI A SOSTEGNO
Impensabile con i ritmi attuali proseguire l’attività lavorativa dopo i 60 anni
PROPOSTE
Calcolare in n. di notti lavorate e sottrarle all’età pensionabile
Legarla alla complessità assistenziale
Dare la possibilità di alternare periodi con esposizione a maggior stress con altri meno
Raggiunto un valore X, pensione anticipata o indennità

Progressione interna
TESI A SOSTEGNO
Merito non riconosciuto
PROPOSTE
Tener conto dei crediti ECM acquisiti
Superamento della 6° fascia
Abolire la valutazione individuale
Per chi acquisisce ulteriori lauree, che possa svolgere concorso interno per accedere alla dirigenza
Progressione automatica
Dopo 25 anni di servizio si acquisisca il diritto a passare all’area della dirigenza
Valorizzare i master clinici
Organismi di valutazione regolamentati da contratto

Il sistema di classificazione
TESI A SOSTEGNO
Inadeguato e vetusto
Poca differenza tra D e C
PROPOSTE
Inquadramento in Ds dei Coordinatori
Creare una nuova categoria E che sia esclusiva dei sanitari oppure transitarli tutti in Ds
Funzione di coordinamento inquadrata come “pre-dirigenziale” e non revocabile
Istituire 9 fasce come nel modello anglosassone

Part Time
TESI A SOSTEGNO
Non è possibile con l'avanzare dell'età continuare a lavorare ai ritmi attuali
Conciliare lavoro e famiglia
Se fosse liberalizzato verrebbe utilizzato veramente per le sue finalità
PROPOSTE
Liberalizzarlo
Che ne abbiano diritto le lavoratrici madri
Di diritto dopo i 60 anni di età o 25 di servizio
Di diritto per chi ha difficoltà fisiche
Che sia a tempo indeterminato e maggiormente flessibile (67% - 83%)
Verifica dei requisiti ai part time già assegnati

Pronta disponibilità
TESI A SOSTEGNO
Valore fermo da 20 anni (nel 1987 = 33.600 £ oggi 39,55 – nel ‘95 è passata a 40.000 £ = 20,66€ se rivalutati 31,28)
L’attuale valore dell’indennità copre appena la spesa del carburante
PROPOSTE
Inizio reperibilità h. 16
Non superare le sei mensili
La doppia reperibilità festiva dia diritto ad un riposo con riduzione del debito orario settimanale
Dopo la sesta ora lavorata diventa una giornata lavorativa e non lavoro straordinario
Estenderla ai coordinatori
Consentirla a professionisti con competenze specialistiche (CVC team)
Reperibilità per copertura assenze improvvise
Differenziare il valore dell’indennità se festiva
Adeguamento economico
50 € ogni 12 ore
Indennizzata in percentuale allo stipendio
Indennizzata in base al numero dei turni mensili e delle chiamate
Raddoppiare l’indennità nelle super festività

Lavoro notturno
“Personalmente dopo il turno di notte mi sento morire. Si, sto malissimo, non  e' normale. Il lavoro notturno è usurante e vedo tutti gli anni colleghi con patologie gravi cardiovascolari e altro!  E’ usurante specialmente per le donne con figli e bisogna andare in pensione prima altrimenti non ci arriviamo!”
TESI
Le notti in T.I. sono più pesanti che nelle degenze?!
Differenza stipendiale irrisoria tra turnisti e giornalieri
PROPOSTE
Abbassare la soglia delle 78 notti annue per il riconoscimento di lavoro usurante
Aumentare l’indennità (quintupplicarla) (2,74 € /h, rivalutata = 3,52€)
Remunerarla dalle 21 alle 7
Ogni 5 anni di turni notturni abbuono di un anno per l’età pensionabile
Dopo i 50 anni di età consentirne l’esonero
Non consentire la doppia notte

Tempo per il passaggio consegne
TESI
Necessario per garantire la continuità assistenziale
Necessità di uno scambio verbale con i colleghi
Le relazioni e le sensazioni sono difficilmente trascrivibili
PROPOSTE
Riconoscerlo ad ogni cambio turno
Riconoscerlo a tutti gli operatori del turno
Tempo adeguato in base alle necessità dei servizi

Tempo per il Cambio Divisa
TESI
E’ necessario per dare il cambio in orario ai colleghi smontanti
Perché è riconosciuto in alcune aziende e non in altre?
Siamo sottoposti all’obbligo di indossare la divisa
PROPOSTE
Riconoscerlo contrattualmente

Coordinamento
TESI
Nel gruppo di lavoro tali funzioni sono svolte di fatto anche da altri ma senza riconoscimento
Precarietà e ricattabilità della posizione PROPOSTE
Coordinatori in Ds
Superamento della funzione attribuendo la Posizione Organizzativa
Accesso alla dirigenza per i coordinatori
Concorsi non legati alla specificità del servizio visto che il master è generico
Specificare i criteri di revoca dell’incarico
Una volta assegnata la funzione non deve essere revocabile (per evitare i ricatti)
Coordinamento assegnato per 3/5 anni poi revoca
Adeguare l’indennità rapportandola al numero di personale da coordinare ed alla complessità del servizio
Portare l’indennità mensile a 300 € (attualmente 129,11€ , rivalutata = 166,55 €)
Indennità variabile in base ai risultati

Indennità per turni notturni e festivi
TESI
Sacrificano la vita in famiglia
Valore fermo da troppo tempo
Disincentivano a svolgere i turni
PROPOSTE
Rivalutazione sostanziale (17,82 € rivalutata = 26,98)
Indennità festiva proporzionata alle ore lavorate
Agganciarle agli aumenti contrattuali

Posizioni Organizzative
TESI
Sproporzione tra numero di PO infermieristiche rispetto a quelle amministrative
Coordinatori e PO hanno lo stesso ruolo
PROPOSTE
Abolirle
Equipararle alla dirigenza
Estenderle agli incarichi di effettiva responsabilità dei servizi
Non solo gestionali  ma anche cliniche
Rotazione biennale
Concorsi per titoli ed esami
Necessità di un titolo universitario per abolirne la discrezionalità (laurea magistrale)
60% ruolo sanitario, 20% ruolo amministrativo e tecnico
Riconoscere autonomia gestionale
Aumentare l’indennità a 12.000 € annui (oggi max 9.000)

Asili nido
“abito vicino la sede centarle della LDL dove da poco è stato aperto un asilo nido per i figli dei dipendenti con orari ed agevolazioni economiche per i dipendenti, con l'insegnamento del tedesco ed inglese ai piccini. Si tratta ovviamente di una struttura privata. Da noi pubblici non si riesce ad organizzare neanche un semplice asilo nido...Grazie”
 TESI
Il personale infermieristico è per lo più femminile
Migliorare la qualità della vita delle lavoratrici mamme
Ricadute positive anche per le aziende (assenze, aspettative, part time)
PROPOSTE
Obbligo di Asili nido attigui all’azienda con orari connessi ai turni di servizio
Istituzione di kindergarden anche solo per lo scambio dei figli con il coniuge

Pianificazione dei turni con il coniuge per l’assistenza ai minori
 TESI
Salvaguardare la famiglia
Si ridurrebbero le tensioni nel gruppo di lavoro
PROPOSTE
Dare la possibilità di pianificare i turni con il coniuge, anche per accudire anziani conviventi
Esonero dal turno notturno fino al 16° anno di vita

Orario di lavoro
PROPOSTE
½ ora di pausa scalata dall’orario di lavoro solo se effettiva
Turnistica che non generi debito orario
Turno mattina, pomeriggio, notte, smonto, riposo, esteso in tutto il Paese
Conteggio anche dei minuti lavorati
35 ore settimanali
Turni max di 6 ore
Possibilità di fare 12 ore continuative per aumentare i riposi settimanali
24 h. settimanali per le lavoratrici madri a parità di stipendio
Flessibilità in entrata/uscita per l’ADI

Risorse aggiuntive regionali
TESI
Costituiscono un vero volano dell’evoluzione del SSR?
Forti dubbi
PROPOSTE
Che diventino la 14° mensilità
Gestione più oculata e che premino effettivamente la produttività
Fondi specifici per aggiornamento e formazione
I fondi impiegati per l’abbattimento delle liste d’attesa non producono effetti. Utilizzarli per migliorare i processi aziendali

Ordini di servizio
TESI
Strumento abusato per sostituire il personale
Non utilizzati correttamente
Non utilizzati per default perché lasciano il segno delle carenze aziendali
Utilizzati come minaccia ma poi non compilati
PROPOSTE
Regolamentarli chiaramente
Porre un limite annuo
Far corrispondere un indennizzo economico
Utilizzare un sistema tracciabile nella variazione degli specchietti di lavoro
Osservatorio di monitoraggio
Divieto di comunicarli per telefono

Definire lo “Smonto notte”
TESI
Viene conteggiato come riposo
PROPOSTE
Vietare la doppia notte
Che sia definito ufficialmente come giornata di lavoro
Che sia seguito dal giorno di riposo

Responsabile di turno
TESI
Figura inesistente contrattualmente ma presente nella realtà
Viene caricato di responsabilità in assenza del coordinatore
E’ di riferimento per l’equipe
I coordinatori sono spesso assenti per vari motivi aziendali e presidiano poco il reparto
PROPOSTE
Che venga definito
Stesso trattamento delle forze dell’ordine
Indennità
Criteri per individuare chi lo fa
Laddove in servizio c’è un solo infermiere, che venga riconosciuta l’indennità

Prestazioni aggiuntive
 TESI
Creazione aree di assoluta responsabilità infermieristica vedi "Wound Care" ove sviluppare la libera professione a beneficio di coloro che si impegnano ad implementare la qualità dei servizi offerti.
I POCT di fatto ci obbligano ad eseguirle senza alcun riconoscimento
Vengono “offerte” ad operatori diversi da quelli dell’U.O. interessata
Forti differenze retributive tra ASL della stessa regione
PROPOSTE
Che vengano remunerate adeguatamente per le responsabilita' di cui ci si fa carico con il nostro lavoro di ostetriche
Eliminarle
Che siano pagate con maggiorazione del 50%

Rientri in servizio
 TESI
Di fatto siamo in costante reperibilità deregolamentata
Accumulo di ore che non saranno mai pagate ne recuperate
Ormai è diventato routine
PROPOSTE
Regolamentarla
Definire un’indennità nel CCNL

Mansioni superiori
TESI
Non sono riconosciute
Svolgiamo più mansioni inferiori
Assegnate al più anziano o a chi ha i titoli?
Infermieri specializzati che le svolgono senza riconoscimento
PROPOSTE
Istituire le competenze avanzate e retribuirle
Laddove vengono assegnate che sia l’azienda a farsi carico dell’assicurazione
Che non sia il capo dipartimento ad assegnarle

Specchietti dei turni mensili
 TESI
Rendere noto il programma dei turni mensili con un anticipo che permetta la programmazione della vita privata e familiare dei dipendenti
In alcune realtà vengono comunicate le variazioni tramite whatsapp…
PROPOSTE
Che siano disponibili 15 gg. Prima
Che siano oggetto di verifica e controfirmati dalla direzione
Che sia prevista la possibilità di scambiarsi i turni tra colleghi

Indennità per particolari condizioni di lavoro
PROPOSTE
Istituire l’indennità per l’area psichiatrica
Istituire l’indennità per il PS e il 118 e in tutti i PS specialistici
Istituire l’indennità per gli Hospice
Indennità per la manipolazione degli antiblastici
Indennità per gli infermieri nei penitenziari
Indennità per le U.O. di medicina
Differenziare l’indennità di malattie infettive e sert a seconda della qualifica
Di rischio biologico
Ripristino dell’indennità antitubercolare
Ripristino indennità radiologica alla fascia B
Indennizzare chi fa tutoraggio
Indennità di responsabilità per la garanzia della privacy
Indennità per allerta Team di Emergenza Medica

Formazione e aggiornamento ECM
TESI
8 gg anno non bastano per mantenersi aggiornati
C’è chi si è aggiornato e chi no. Cosa succede in termini contrattuali?
E’ un mercato dei crediti e poco efficace per la formazione
Le aziende non li garantiscono
PROPOSTE
Precedenza nei passaggi orizzontali a chi si aggiorna
Istituzione di test di autovalutazione dai quali recepire le reali necessità formative del singolo (BLSD compreso)
Che il Co. Ge. Aps concluda in fretta le verifiche e che il sistema sia sincronizzato con le aziende. Ciò consentirebbe di utilizzarlo per la valutazione della meritocrazia
Invalidare gli ECM conseguiti in ferie
Formazione calendarizzata mensilmente e compresa nel debito orario
Garantire almeno 2 ore settimanali
Che non interferisca sui gg. di riposo
Evitare che siano sempre gli stessi ad avere l’opportunità di aggiornarsi
Sanzioni per le aziende inadempienti
Legare la produttività alla formazione
I crediti attualmente riconosciuti ai tutor sono indecenti
Tutoraggio affidato ai prossimi alla pensione
Istituire una Card per fronteggiare le spese
Che i costi siano detraibili se sostenuti personalmente
Bonus come per gli insegnanti (500 €)
Deve essere retribuita

Ferie e festività
TESI
Se vengono assegnate d’ufficio non servono al recupero psico-fisico. E’ il dipendente che sa quando ha raggiunto la soglia di stress
Che ne è delle ferie congelate?
All’aumento dell’età pensionabile deve corrispondere l’aumento delle ferie annue
PROPOSTE
Piano ferie comunicato con largo anticipo
Vietare l’assegnazione d’ufficio
Chiarire le modalità di fruizione del periodo estivo (devono partire da dopo il risposo, 15 gg. effettivi, 18 totali)
15 gg. in più agli infermieri per contrastare il burn out
8 gg. di riposo biologico per gli infermieri di sala operatoria per indennizzo gas anestetici (come per i chirurghi)
Festività accantonate: regolamentarne il recupero o la monetizzazione
Maggiorazione per le super festività
Festività ricadenti in domenica maggiorate

Mobilità tra aziende
 TESI
Lavorare lontani da casa nuoce al dipendente e conseguentemente all’assistenza
PROPOSTE
Abolire il nulla osta dell’azienda cedente
Mobilità svincolata dai concorsi
Graduatorie trasparenti

Mobilità interna
TESI
Dopo un certo numero di anni, cambiare U.O. può prevenire il burn out
Rigidità e discrezionalità aziendali agli spostamenti
Unità operative con carico lavorativo differente
PROPOSTE
Facilitare ed incentivare la variazione delle assegnazioni
Dopo 5 anni si matura il diritto alla mobilità
Tener conto dei master clinici
Precedenza all’anzianità di servizio
Obbligo di disposizione scritta alle mobilità d’ufficio
Rimborso spese viaggio alla Mobilità d’ufficio superiore ai 10 km
Definire criteri di certezza che impediscano il clientelismo
Obbligo di emettere bandi interni

Meccanismo delle selezioni interne
TESI
L’anzianità di servizio limita chi ha competenze certificate
Meritocrazia non riconosciuta
Scarsa trasparenza
PROPOSTE
Valutare i curriculum
Concorso su prova scritta
Componenti delle commissioni appartenenti alla stessa categoria da selezionare
Esaminatori esterni  per garantire imparzialità

Compensi per la produttività
 TESI
Quando distribuiti a pioggia non tengono conto dell’effettiva presenza in servizio
Scarsa possibilità di accedere ai progetti aziendali
Scarsamente legati al merito
PROPOSTE
Che venga ripartita in percentuale riservandone una parte consistente al personale sanitario

Tutela dei dipendenti in particolari condizioni psicofisiche
TESI
Scarsa attenzione alla tutela della salute dei dipendenti
Burn out disattenzionato
PROPOSTE
Creazione di ambulatori di ascolto psicologico
Riconoscimento di periodi di aspettativa per tutelarsi dallo stress
Differenziazione del numero di ferie in base all’indice di stress delle U.O.

Mensa
TESI
Il diritto alla mensa è solo virtuale
Le aziende trattengono i 30’ anche se non si usufruisce del servizio
PROPOSTE
Buono pasto oltre le 6 ore di servizio
Ticket spendibili anche nei supermercati alimentari
Mensa  serale, notturna o buoni pasto
Diritto alla mensa ai turnisti

Lavoro straordinario
PROPOSTE
Pagamento il mese successivo
Abolizione del “dimenticatoio” monte ore obbligando l’azienda al recupero entro i due mesi successivi
Riconoscere lo straordinario alle PO

Assenze per malattia
 TESI
Orari di visite fiscali differenti tra pubblico e privato
PROPOSTE
Escludere i controlli fiscali in caso di malattia conseguente ad int. Chirurgici, immobilizzazioni degli arti, depressione
Fasce orarie uguali per tutti, pubblici e privati
Migliorare le tutele in caso di malattie croniche invalidanti

Congedi per eventi e cause particolari
TESI
3 gg. sono pochi
Gran parte del personale si ritrova ad essere nonno ed al contempo dover accudire i propri genitori
PROPOSTE

Diritto allo studio
TESI
Spesso è subordinato alle esigenze del servizio
Insufficienti per lauree o master
PROPOSTE
Da 150 a 300 ore
Che vengano godute anche solo per lo studio

Infortuni sul lavoro e malattie dovute a causa di servizi
PROPOSTE
Riconoscere le discopatie come malattia professionale
Infortunio in itinere in regime di pronta disponibilità: utile un’assicurazione dedicata

Congedi dei genitori
PROPOSTE
Maggior tutele per madri single con figli minori

Permessi retribuiti
TESI
3 giorni sono pochi per le esigenze attuali
PROPOSTE
Controlli periodici di chi utilizza la 104
Estendere i permessi anche ai tempi determinati
Abolire il “debitamente documentati” come avviene per la Dirigenza

Rientro dalla maternità
PROPOSTE
Garantire flessibilità di orari a chi ha più figli in età scolare
Maggiori tutele per il rientro in servizio
Conoscere la destinazione con un mese di anticipo
Conservare il diritto al rientro nel proprio reparto

Congedi per la formazione
PROPOSTE
Se ricadono in un giorno di riposo devono essere riconosciuti

Aspettativa
PROPOSTE
aspettativa per svolgere un altro lavoro autonomo o per missioni di volontariato
Averne diritto anche senza problemi gravi

Mutamento di profilo per inidoneità psico-fisica
PROPOSTE
Costringere le aziende a mutare il profilo a chi ha perso l’idoneità alla mansione liberando il posto nella dotazione organica

Tutela dei dipendenti portatori di handicap
TESI
Non vengono rispettate le limitazioni
Collocazioni improprie
PROPOSTE

Tempo determinato
PROPOSTE
Assunzione diretta senza concorso dopo 3 anni di servizio
Abolire il sistema delle chiamate dalle agenzie interinali
Utilizzo delle graduatorie aperte
No all’utilizzo di cooperative

Norme disciplinari
TESI
se un dipendente rileva dei comportamenti da parte di dirigenti non consoni deve poter denunciare senza incorrere nelle ire dell'amministrazione
PROPOSTE

Farmacia interna
 TESI
Deve essere data la possibilità ai dipendenti di acquistare presidi medico-chirurgici a prezzi vantaggiosi aprendo una farmacia interna che potrebbe essere gestita anche dai volontari del CRAL AZIENDALE . Il pagamento viene fatto con trattenuta in busta paga , verificando così i consumi personali e contigentando gli acquisti . In questo modo si scoraggerebbero i furti e l'usanza da parte del personale di appropriarsi di beni dell’azienda.
PROPOSTE

Altre richieste...
Adeguamento stipendio
Riconoscimento Arretrati contrattuali
Pensione anticipata per usura
Contratto infermieristico
Liquidazione TFR al pensionamento immediata e non dopo 2 anni
Possibilità anticipo TFR
Assicurazione colpa grave a carico dell'azienda
Riconoscimento economico per chi ECM OK
Legiferare sul rapporto Infermiere/paziente
Abolire obbligo tassa IPASVI
Tassa IPASVI a carico dell'azienda
Ordini professionali distinti per qualifica
Estendere fino ai 7 mesi dopo il parto l'ind. pagata all'80%
stituire la figura del Case management
Infermiere di famiglia
Degenze a conduzione infermieristica
Responsabile Infermieristico della Dialisi Extracorporea
Riconoscimento del master Inf.Legale Forense
Mansioni amministrative agli amministrativi
Demansionamento
Abolizione delle fasce orarie fiscali (visite programmate)
Ingerenza della PA nella vita privata
Infermieri jolly per le sostituzioni
Riconoscimento dell'anzianità professionale a prescindere tra pubblico e privato
Alle cooperative la sostituzione delle assenze
Accesso alla dirigenza anche con altre lauree
Riconoscere il servizio di ingegneria clinica
Master gestiti in azienda
Patente di servizio per ADI
Abolire la pausa obbligatoria dopo le 6 ore lavorative
Prestazioni sanitarie a tariffe agevolate per i dipendenti