Il Coordinamento Regionale NurSind Piemonte, Martedì 24 Ottobre a Torino ha indetto una manifestazione degli Infermieri, che si muoverà da Piazza Solferino intorno alle 11.30, per concludersi davanti il Consiglio Regionale della Regione.

Motivo della manifestazione, le preoccupanti condizioni di lavoro e le risicate dotazioni organiche, senza che ancora, nonostante le promesse, si possa intravedere uno spiraglio di un numero di assunzioni sufficienti a garantire quantomeno una boccata di ossigeno.

Il NurSind rivendica l'assunzione di un numero di infermieri che garantisca  un rapporto infermiere/paziente ottimale, rapporto che oggi in Piemonte è troppo alto e pericoloso.

Rivendicano anche una programmazione e un piano assunzioni che abbia tempi certi.

Rivendicano una volta per tutte che ci si doti di uno strumento uniforme per il calcolo del fabbisogno delle dotazioni organiche attraverso metodi che tengano conto di studi nazionali e internazionali.

Rivendicano che ci si doti di uno strumento, più volte dichiarato, che sia in grado di affrontare il sovraffollamento  dei DEA, le emergenze e le criticità del personale dei pronto soccorso.

Rivendicano un programma di tutela del personale che si trova ad operare in prima linea, sempre più oggetto di episodi di aggressione.

Rivendicano che la Regione, che spesso si nasconde dietro l'autonomia delle aziende, utilizzata solo quando fa comodo, metta in atto tutto quanto possibile affinchè vengano rispettate le norme, come quella dell'orario di lavoro ad esempio, e i contratti.

Rivendicano infine,  che l'ospedale oftalmico di Torino non chiuda in quanto riteniamo importante gli ospedali mono specialistici e le professionalità che ne conseguono. Perchè allo stao attuale è così. Altro che riconversione.

NurSind

Coordinamento Regionale del Piemonte