«Cercasi infermieri per tirocinio pagato 600 euro al mese», questo il messaggio che è arrivato a decine di ragazzi iscritti al Centro per l’impiego di Moncalieri (Torino).

Ci eravamo occupati precedentemente dei tirocini extracurriculari per gli infermieri, retribuiti a poco più di 600 euro al mese, con un impiego full time.

Una pratica questa per la quale l’Ipasvi Torino di concerto con la Federazione Nazionale aveva chiesto chiarimenti al Ministero della Salute e al Miur, intimando alla Regione di stoppare immediatamente questo tipo di reclutamento, dequalificante e svilente della professionalità degli infermieri.

Eppure il Centro per l’Impiego continua nello stesso modus operandi.

Il caso è scoppiato all’interno del Consiglio regionale quando l’assessore al Lavoro Gianna Pentenero ha risposto a un’interrogazione del Movimento 5 Stelle.

L’assessore ha così giustificato l’arrivo di quel messaggio, definendolo un errore: “La ricerca di un tirocinante era rivolta a un’altra figura professionale, quella di di product specialist, da inserire in un'azienda del territorio attraverso tirocinio di inserimento lavorativo finalizzato all'assunzione”.

Uno strano errore, perlomeno singolare, visto che la richiesta di infermieri era specifica e corredata di requisiti specifici.

 

 

Da Diario di Torino

ph credit: dal web