Pubblichiamo un contributo dell’Avv. Fabrizio Scagliotti di Padova in merito alla stabilizzazione del personale della PA.
Il testo è volutamente redatto in modo schematico e con un linguaggio divulgativo e non giuridico, a benefico degli interessati.
 
I requisiti per accedervi non sono chiarissimi, sia per la formulazione del testo legislativo, sia per l’interpretazione derivante dalla circolare 3/2017 del Ministro per la Semplificazione  e la P.A. L’occasione comunque non va persa e quindi tracciamo i requisiti secondo l’interpretazione più favorevole.

 

E’ prevista l’assunzione diretta, senza concorso, con i seguenti requisiti:

 

-              Essere stati in servizio successivamente alla data del  28/08/2015 con contratti a tempo determinato presso l'amministrazione che procede all'assunzione;
-              essere stati reclutati a tempo determinato, in relazione alle medesime attivita' svolte, con procedure concorsuali (la circolare Madia del 23.11.2017 afferma anche con procedure per l’assunzione a tempo determinato) anche espletate presso amministrazioni pubbliche diverse da quella che procede all'assunzione;
-              aver maturato, al 31 dicembre 2017, alle dipendenze dell'amministrazione che indice le procedure (la citata circolare afferma che è possibile cumulare i periodi prestati anche in altre aziende con contratti di lavoro a tempo determinato: la circolare ammette anche i contratti flessibili, non però quelli libero professionali. Tenete presente però che se avete contratti libero professionali si potrebbe far riconoscere che questi nascondono contratti di lavoro dipendente, allo scopo di partecipare alle procedure), almeno tre anni di servizio, anche non continuativi, negli ultimi otto anni;

 

Sono previsti concorsi riservati per il 50% degli aventi diritto a coloro che abbiano i seguenti requisiti:

 

-              essere  titolare, successivamente alla data del 28/08/2015, di un contratto di lavoro flessibile presso l'amministrazione che bandisce il concorso; 
-              aver maturato, alla data del 31 dicembre 2017, almeno tre anni di contratto, anche non continuativi, negli ultimi otto anni, presso l'amministrazione che bandisce il concorso.

 

Sono altresì prorogate al 31.12.2018 le procedure di cui alla l. 28 dicembre 2015, n. 208, la quale prevede procedure concorsuali riservate per chi possieda i seguenti requisiti:

 

-              aver maturato alla data di pubblicazione del bando almeno tre anni di servizio, anche non continuativi, negli ultimi cinque anni con contratti a tempo determinato, con contratti di collaborazione coordinata e continuativa o con altre forme di rapporto di lavoro flessibile.
 
Suggeriamo di inviare all’azienda una lettera nella quale – affermando di possedere i requisiti per la stabilizzazione – si chiedono notizie circa l’avvio delle relative procedure. Tenete presente che le aziende non potrebbero avviare mobilità o concorsi senza aver esperito tali procedure e non possono stipulare contratti flessibili fino al termine delle procedure.

 

Ph credit: agenziadire