Terapie mai prescritte e sovradosaggio di sedativi somministrati agli anziani di una residenza sanitaria per anziani di Belgioioso (Pavia) è quanto emerso da un’ispezione dei Nas.

Ad essere state rinviate a giudizio sarebbero due infermiere, è quanto riporta il Quotidiano Il Giorno; ma date le ultime polemiche in merito all’uso improprio della parola “Infermiere” e trattandosi di una residenza per anziani, che ha in organico ormai solo Oss, temiamo che anche stavolta ci troviamo davanti  all’ennesimo caso di confusione tra i diversi ruoli nella sanità.

 

Dalle indagini è emerso che gli operatori accusati, sedassero gli anziani per sgravarsi di parte del lavoro, alleggerendo così il turno: manipolavano i farmaci di uso personale dell’anziano residente ed aggiungevano altri sedativi, somministravano terapie non prescritte e qualora fossero prescritti ipnoinducenti ne alteravano le dosi.

L’accusa è quella di maltrattamenti, con l’aggravante di essersi approfittati della fragilità degli anziani e del loro essere indifesi, e di appropriazione indebita per aver sottratto una gran quantità di farmaci dalla casa di riposo.

 

Da il Giorno