Il segretario Andrea Gregori: “vengono praticamente anticipate le schede di dotazione ospedaliera che verranno emanate entro fine anno. Inevitabili le ricadute sull’ospedale hub di Vicenza”

 

Vicenza, 19 febbraio 2019. La chirurgia di Noventa Vicentina chiude i battenti. E diventa week surgery, senza che venga previsto personale in più dedicato, nonostante l’aumento di lavoro che ci sarà per il day surgery e per la Medicina.

“È stata comunicata il 13 febbraio scorso alle organizzazioni sindacali la chiusura della chirurgia d’urgenza di Noventa Vicentina, con la trasformazione del reparto in una week surgery operativa dal lunedì al venerdì. Il Nursind ha chiesto di avviare immediatamente il confronto previsto dalle regole contrattuali – spiega Massimo De Marchi, rappresentante sindacale Nursind a Noventa Vicentina - per discutere nel merito le ripercussioni in ordine occupazionale e le ricadute sull’utenza. L’amministrazione ha comunicato, secondo una sua analisi effettuata, un esubero di quattro infermieri, da ricollocare stabilmente a Vicenza”.

Un quadro chiaro, che avrà effetti altrettanto seri ed inevitabili sui lavoratori che verranno trasferiti e sull’utenza finale, sia di Noventa Vicentina, che dell’ospedale di Vicenza.

“La nostra organizzazione sindacale non è affatto d’accordo con la scelta dall’amministrazione – sottolinea il segretario provinciale del Nursind di Vicenza, Andrea Gregori – che anticipa senza ombra di dubbio le schede di dotazione ospedaliera, che dovrebbero essere emanate dalla Regione del Veneto entro fine anno. Ci preoccupa, inoltre, la ricaduta sull’ospedale hub di Vicenza, dove già ora i posti letto e gli spazi operativi sono risicati. Con la chiusura della chirurgia d’urgenza di Noventa Vicentina, inevitabilmente, le ricadute in termini di impegno e disponibilità sulla chirurgia di Vicenza saranno difficilmente sostenibili con le attuali dotazioni organiche”.

Il Nursind è netto: “tale scelta è inappropriata rispetto alle esigenze del territorio del Basso Vicentino, con ricadute importanti sulla qualità del servizio che l’ospedale di Noventa Vicentina sta erogando”.

E De Marchi conclude: “La decisione dell’amministrazione porterà il personale in esubero a Vicenza, senza considerare, però, che la chiusura della chirurgia a Noventa Vicentina determinerà un aumento del lavoro a carico del day surgery e della Medicina, che dovrà fungere da appoggio nel fine settimana”.