Il NurSind si sta battendo da tempo per il demansionamento infermieristico; riteniamo sia non solo una battaglia  per la salvaguardia delle dignità professionale, ma perché si una volta acquisito ognuno il proprio ruolo, si aprirebbero nuovi posti di lavoro per tutti quei professionisti non occupati ancora in attesa”, così Antonio Eliseo, segretario Territoriale NurSind Caserta, rende nota la risposta della Direzione Generale del P. O. San Rocco di  Sessa Aurunca., dopo la messa in mora per danno da demansionamento presso il Servizio di Sala Operatoria.

L’Azienda in risposta alla denuncia ha chiesto al NurSind di circostanziare gli eventi in merito agli episodi di demansionamento, con una relazione.

La nostra battaglia va avanti – continua Eliseo - Il "Demansionamento" non nasce a caso, esso è frutto di errate politiche sanitarie regionali che producono una pessima pianificazione ed organizzazione delle attività sanitarie, e come tale va estirpato”.