E’ arrivato settembre ed è tempo dei test di accesso alle facoltà di Medicina e chirurgia che si svolgeranno il 3 settembre, mentre sono previsti per l’11 settembre le prove di ingresso ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie.

Anche per quest’anno l’accesso ai corsi di laurea è vincolato dal numero chiuso e dal superamento dei test a risposta multipla, che portano con sé i soliti problemi, legati alle prove selettive alle quali partecipano migliaia di concorrenti, che generano ogni anno decine e decine di irregolarità nel corso delle prove che sfociano in migliaia di ricorsi.

Proprio per questo Consulcesi ha stilato su www.numerochiuso.info un decalogo con tutti i consigli utili per non commettere errori procedurali che vanifichino l’esito della prova, ma soprattutto per individuare eventuali anomalie o irregolarità che si potrebbero verificare.

Stilato in ordine ai test per accedere alla facoltà di Medicina, le stesse regole possono tranquillamente essere valide anche per le altre facoltà a numero chiuso:

1 - Se il plico presenta irregolarità deve essere segnalato alla Commissione che provvederà alla sostituzione e alla verbalizzazione dell’operazione effettuata. In ogni caso la sostituzione dovrà essere integrale anche se l’anomalia interessa solo alcuni dei documenti. La sostituzione della scheda anagrafica non comporta mai in ogni caso la sostituzione dell’intero plico.

2 - Per rispondere ai quesiti può essere utilizzata solo ed esclusivamente la penna nera fornita dall’Ateneo.

3 - Non è ammesso svolgere la prova in un’aula differente da quella indicata negli elenchi pubblicati dall’Ateneo.

4 - È vietato introdurre: telefoni cellulari, palmari, smartphone, smartwatch, tablet, auricolari, webcam e tutte le strumentazioni simili.

5 - È vietato introdurre: manuali, manoscritti, materiale di consultazione anche in riproduzioni parziali.

6 - È vietato apporre contrassegni di qualsiasi tipo (anche la firma) sul proprio plico.

7 - È vietata qualsiasi forma di interazione fra i candidati sia verbale che sotto forma di scambio di documenti o fogli di qualsivoglia natura.

8 - È possibile correggere una sola volta la risposta data ad un quesito e in ogni caso affinché venga attribuito il relativo punteggio è necessario che ci sia un segno X in una sola delle cinque caselle.

9 - Se si sono verificate irregolarità in virtù delle quali si ritiene necessario contattare un legale è fondamentale farlo in maniera tempestiva, perché ci sono solo 60 giorni di tempo dalla pubblicazione della graduatoria per avviare il ricorso.