Il segretario provinciale Andrea Gregori: “un risultato frutto di un importante e costante lavoro

di rappresentanza nei territori. L’ultimo grande risultato conseguito,

l’abrogazione degli straordinari obbligatori”

 

Vicenza, 25 aprile 2018. “Abbiamo ottenuto un risultato al di la di ogni migliore previsione. Nel Vicentino 1789 lavoratori hanno manifestato la propria scelta. Un voto deciso e compatto, che va a sostenere il sindacato maggiormente rappresentativo delle professioni infermieristiche, sempre attento e partecipe della vita lavorativa e dell’evoluzione della Sanità nel territorio”.

Con queste parole il segretario provinciale del Nursind di Vicenza, Andrea Gregori commenta lo straordinario risultato delle recenti elezioni Rsu. Il Nursind, infatti, a conti fatti è risultato il primo sindacato in provincia di Vicenza, sia all’Ulss 7 Pedemontana, che all’Ulss 8 Berica. Nell’azienda Ulss 7 Pedemontana ilNursind è il primo sindacato con ben 668 voti, mentre i confederali si attestano, rispettivamente, la Cisl a 508 voti, con un distacco di 160 preferenze, la Cgil con 330 voti e la Uil con 252, mentre le altre tre liste hanno ottenuto meno di 100 voti.

L’azienda Ulss del capoluogo, la 8 Berica, “mette a segno un risultato decisamente storicosottolinea il segretario Gregori - con ben 1121 voti a favore del Nursind (oltre il 35% dei votanti), mentre la Cisl Fp si attesta al secondo posto con 713 voti, con un distacco pari a 408 voti. A seguire Usb con 466 voti e la Uil con 430, quindi la Cgil con 218 voti e le rimanenti liste con meno di 100 voti ciascuna. Ci preme evidenziare, in particolare, che i due principali sindacati autonomi nell’Ulss 8 Berica risultano avere la maggioranza di seggi rispetto a Cgil, Cisl e Uil, in quanto questi ultimi hanno ottenuto 23 seggi, mentre il Nursind 19 e l’Usb otto, per un totale di 27 seggi, altri tre vanno ai sindacati autonomi”.

Importante per il Nursind anche il risultato sulle preferenze, in quanto i suoi candidati hanno ottenuto il maggior numero di preferenze personali rispetto a qualsiasi altra lista. In particolare, per l’Ulss 8 Berica, Andrea Bottega ha messo a segno 364 preferenze ed Andrea Gregori 203 preferenze. Nell’Ulss 7 Pedemontana, invece, Elio Sartori ha ottenuto 265 preferenze, mentre Oscar Gheno 157.

“Siamo orgogliosi del lavoro che abbiamo fatto, ma soprattutto del riconoscimento dei colleghi-lavoratori che ci hanno votato conclude il segretario Gregoried abbiamo visto votare persone tornate dalle ferie, in riposo, in lutto ed in altre situazioni. Ci sentiamo ancor più responsabili, quindi, dell’azione sindacale che ogni giorno portiamo avanti e del fatto che siamo espressione di una categoria compatta e che crede nel nostro lavoro e nelle battaglie che portiamo avanti. “L’ultima battaglia in ordine di tempo – aggiunge il segretario Gregori – riguarda il Contratto nazionale di lavoro, in particolare l’abrogazione degli straordinari obbligatori che per i lavoratori della Sanità sarebbe stato un vero e proprio cappio al collo, viste le carenze croniche del settore”.

Una battaglia sostenuta dai tre giorni di sciopero dei tre mesi precedenti anche dagli infermieri vicentini. Siamo il primo sindacato della provincia di Vicenza ed il distacco dagli altri non è per niente indifferente. Esaminando i dati risulta chiaramente che anche dei non iscritti ci hanno votato e questo ci spinge ulteriormente a fare di più e meglio”. Proprio per questo risultato il Nursind rivolge un sincero ringraziamento ai candidati ed agli scrutatori, che per giorni hanno lavorato e donato il proprio tempo. E, naturalmente, ai 1789 lavoratori che hanno scelto il Nursind quale compagno di viaggio per la tutela dei propri diritti sul lavoro.