Sono tre i candidati sorpresi a farsi suggerire le risposte dei test del concorso per Infermieri, tramite l’ausilio di strumenti tecnologici; i tre “furbetti” sono finiti adesso, all’interno di un’informativa della polizia giudiziarie ed è stato allertato il Ministero della Sanità.

La vicenda riguarda la selezione per Infermieri del Cardarelli a Napoli, qui i tre, durante lo svolgimento dei test di accesso, sono stati sorpresi con microtelecamere ed auricolari, intenti a farsi suggerire le risposte esatte dall’esterno.

I tre si aggiungono ai precedenti due candidati sorpresi con uno smartphone tra i fogli.

Questi, sarebbero solo i primi nomi di un’organizzazione ben strutturata che sfrutta il bisogno di ottenere un posto di lavoro in cambio di soldi.

L’inchiesta che è solo all’inizio, è stata affidata ai Nas.

 

da il Mattino