Il NurSind non è solo sindacato, è anche formazione, educazione ed informazione ai cittadini. Ecco che, tra le numerose attività poste in essere, se n’è aggiunge un’altra: Il Care film festival (CFF), concorso internazionale per cortometraggi, che abbiano come tema centrale il prendersi cura; l’infermiere si prende cura del paziente, il sindacato si prende cura dell’infermiere.

Vincenzo Raucci, infermiere, di seguito, ci racconta l’iniziativa e lo spirito che la anima, inoltre ci fornisce tutte le indicazioni per potervi partecipare.

 

 

Il Care Film Festival (CFF), un concorso internazionale per cortometraggi sul tema del “prendersi cura”. 

 

NurSind non è mai stato “solo” un sindacato.

 

Fin dagli esordi, il progetto associativo NurSind si è sempre posto l’ambizioso obiettivo di trascinare fuori dal pantano, nel quale erano stati condotti, gli infermieri italiani. Per fare ciò, nei suoi 17 anni di vita, ha messo in cantiere numerosi progetti, anche vicariando, in alcune (purtroppo molte) zone del nostro Paese la disarmante assenza dei Collegi IPASVI.

 

NurSind, quindi, non solo sindacato, ma promozione sociale, formazione, educazione e informazione ai cittadini, incontro con le associazioni di volontariato, costruzione di una forte identità professionale per tutti gli infermieri, sia per quelli che rappresentiamo e ci danno forza, sia per quelli che non rappresentiamo.

 

Oggi, alle numerose attività già poste in essere, se ne aggiunge un’altra, molto significativa, dal grande valore simbolico: il Care Film Festival (CFF), ovvero un concorso internazionale per cortometraggi sul tema del “prendersi cura”.

 

Il CFF non offre solo un’occasione di festa, un momento ludico, ma rappresenta quella che è la mission principale del NurSind e dell’intera professione infermieristica: il “prendersi cura”. Così come per gli infermieri è naturale prendersi cura delle persone assistite, così per il NurSind diventa doveroso prendersi cura degli infermieri.

 

Attraverso il CFF, il NurSind vuole offrire un’occasione di profonda riflessione sul tema del “prendersi cura”, un tema che oggi più che mai riveste un’importanza considerevole. Il Festival nasce con lo scopo di diffondere la cultura del “prendersi cura”, partendo dal presupposto che nessun essere umano può bastare a sé stesso ma, in un’ottica sistemica, ogni essere umano vive all’interno di un legame di interdipendenza con altri esseri umani. In altre parole, ognuno di noi non può fare a meno dell’altro.

 

Come recita un saggio di Thomas Merton, “nessun uomo è un’isola”.

 

Attraverso la kermesse cinematografica, il NurSind intende sensibilizzare autori e pubblico in merito al delicato e prezioso compito svolto quotidianamente dagli infermieri all’interno delle organizzazioni sanitarie, negli ospedali, nei distretti, sul lavoro, al domicilio, nelle scuole e nelle strade per l’ambito di emergenza-urgenza. Attraverso l’iniziativa del CFF, il NurSind vuole premiare quegli autori che si mettono in gioco realizzando un cortometraggio che racconti una delle infinite dimensioni del “prendersi cura”; all’interno del festival, inoltre, sarà presente anche uno spazio libero per le opere che gli artisti intendano proporre liberamente: storie, emozioni, sensazioni e atmosfere di varia e liberissima ispirazione; anche questo è un modo di prendersi cura di quella dimensione di totale libertà che è dentro ognuno di noi.

Per maggiori informazioni e per scaricare il bando: www.carefilmfestival.org