Le graduatorie degli idonei nei concorsi della pubblica amministrazione troveranno piena utilizzazione.

E’ questo uno dei punti della bozza della Legge di Bilancio 2020, prossimo alla trasmissione ufficiale del testo in Parlamento.

L’art 1 comma 362 dell’ultima legge di Bilancio aveva bloccato infatti la possibilità di utilizzare le graduatorie oltre i posti messi a bando e quindi l’impossibilità dello scorrimento delle stesse.

L’art 18 della Bozza della nuova legge di Bilancio “Portale Reclutamento e trasparenza”, riformula la norma sullo scorrimento delle graduatorie degli idonei: si prevede quindi una piena utilizzazione delle graduatorie scorrendo gli elenchi del 2019. La validità di tale graduatoria scenderebbe da tre a due anni.

 

Art. 18 (Portale reclutamento e trasparenza)

  1. All’articolo 19, del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, sono apportate le seguenti modificazioni: a) al comma 1, le parole «prove scritte.» sono sostituite dalle seguenti: «prove, le graduatorie finali, aggiornate con l’eventuale scorrimento degli idonei non vincitori

 

Altra novità, stavolta in materia di salute, l’autorizzazione di un contributo di 235 milioni di euro ai medici di medicina generale, per l’acquisto di apparecchiature sanitarie volte a garantire esami diagnostici come ECG e spirometria.

A fissare il contributo l’art 55 della Legge di Bilancio

 

Art. 55 (Apparecchiature sanitarie dei medici di medicina generale)

  1. Per fare fronte al fabbisogno di apparecchiature sanitarie finalizzate a garantire        l’espletamento delle prestazioni di competenza dei medici di medicina generale, al fine di migliorare il processo di presa in cura dei pazienti nonché di ridurre il fenomeno delle liste d’attesa, è autorizzato un contributo pari a €. 235.834.000,00.

 

Negli studi dei medici di famiglia potremo eseguire la spirometria per la diagnostica di malattie respiratorie come al BPCO o trovare un dermoscopio per la diagnosi dei tumori della pelle o ancora sottoporci ad un elettrocardiogramma; tutto questo ha un doppio vantaggio: risparmiare sul costo degli esami e rendere più veloce l’esecuzione degli esami e la prevenzione tramite la diagnostica.

 

Legge di Bilancio 2020.pdf