Iscriviti alla newsletter

Coronavirus. Rubati i dispositivi di sicurezza all'Ospedale di Perugia, la denuncia del NurSind

Giuseppe Provinzanodi
Giuseppe Provinzano
Pubblicato il: 26/02/2020 vai ai commenti

AttualitàComunicati StampaCoronavirusRegioniUmbria

All'inciviltà delle persone non c'è mai fine. Accade all'ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia, nei giorni scorsi, dove ignoti, tra domenica e lunedì, hanno rubato tutte le scorte dei blocchi Operatori di mascherine ad alta protezione, ffp2 e ffp3, oltre a scatole intere di mascherine chirurgiche di vario tipo. Lo denuncia il NurSind, guidato a Perugia da Marco Erozzardi, attraverso il delegato RSU Luca Rubani.

"Probabilmente - afferma Luca Rubani RSU NurSind - i soliti hanno anche razziato tutti i flaconi di disinfettante alcoolico presenti lungo i corridoi del nosocomio, fuori dagli ambulatori e dai reparti di degenza. È stata fatta regolare denuncia alle autorità competenti per il grave danno arrecato che potrebbe comportare difficoltà nella gestione di eventuali urgenze da coronavirus o altri agenti a trasmissione aerea che comunque a volte capitano. Quello che non riusciamo a comprendere è come abbiano potuto entrare nei blocchi Operatori e andare praticamente a colpo sicuro nel luogo dove erano le scorte".

"Un comportamento - conclude Rubani - criminale ed irresponsabile che pare essersi ripetuto, ma non ho notizie certe di ciò, su un altro nosocomio umbro, con modalità diverse".