Infermieri assunti con le modalità dei Riders: è quanto stato rilevato da una maxi operazione dell' Ispettorato del lavoro di Bologna.
Sono 200 gli Infermieri operanti negli ospedali bolognesi che venivano gestiti “ a chiamata”, ma non da un'agenzia interinale che a questo punto sembra sorpassata, ma da studi professionali che gestivano una piattaforma digitale.
Anche gli Infermieri sono finiti nelle briglie della App Economy: grazie ad un’ applicazione da PC venivano gestiti dalla candidatura alla chiamata.
E come per i Riders, costretti a lavorare paradossalmente da lavoratori autonomi ma con le fattezze del lavoro dipendente, sette giorni su sette, ma senza nessun tipo di tutela, dalla malattia allo straordinario alle ferie.

L' Ispettorato del lavoro ha chiesto l' assunzione diretta dei 200 lavoratori e contestato agli studi professionali gestori dell'App il mancato versamento di due milioni di euro di contributi e fatto multe da 40 mila euro.

 

 Da Repubblica Bologna