Infermieri turnisti H24 nell'Az. Osp. Forlanini, al minimo storico, a serio rischio l'assistenza all'utenza. Solo 650 gli infermieri che effettuano una turnazione nelle 24 ore e con una età media vicina ai 50 anni, con carichi di lavoro insostenibili.

Lo affermano i dirgenti sindacali del NurSind, che a Roma è guidato dal segretario Stefano Barone.

Nonostante l'arrivo di 37 infermieri permangono evidenti le difficoltà, legate alla carenza di personale infermieristico nelle Unità Operative del nosocomio per il periodo estivo.

"Abbiamo contezza - dicono i dirigenti sindacali del NurSind - di realtà operative (Cardiochirurgia, UTIC, Cardio Long, Ortopedia, UGI/Holding, Chirurgia d’urgenza, Medicine, Pronto Soccorso etc..) dove il personale ha grosse difficoltà nel tornare a casa dopo lo smonto turno senza che vi sia una vera e propria urgenza nel mancato cambio ma solo un “buco” dato da una assenza di personale magari anche programmata da tempo ma non coperta preventivamente dal DIPRO. Non sono storie di "ordinaria follia" ma purtroppo ormai di ordinaria amministrazione. e purtroppo come spesso capita, sono gli Infermieri a pagarne le conseguenze, visto che sono l'anello più debole della catena e come tale per noi da tutelare sempre.

I rappresentanti del NurSind denunciano ancora nella nota: "oltre ai doveri richiamati spesso dall’Azienda, ci sono anche dei diritti dichiarati tra cui il rispetto del riposo settimanale, dell’orario di lavoro e il rispetto delle ferie. Sembrerà strano ricordarlo ora a molte nostre posizioni organizzative o al nostro dirigente. Abbiamo denunciato negli anni scorsi situazioni simili all’Ispettorato del Lavoro e ripeteremo l’esperienza anche questa estate".

"Non si può pensare di condurre un ospedale DEA II° Livello con solo 600 infermieri h24 - concludono-. Servono oggi soluzioni concrete e non palliative o di comodo, servono scelte strategiche rapide e soprattutto fatti concreti. Gli Infermieri sono stanchi, "ORA BASTA".