Per i licenziamenti nella Pubblica Amministrazione, il 2018 che sta per concludersi, è stato un anno record.

Non perché siano aumentati i furbetti del cartellino, ma in ragione di un aumento dei controlli.

A rivelarlo l’Ispettorato per la Funzione Pubblica, che ha fornito i relativi dati, Regione per Regione.

 

I Licenziamenti:

3, nel 2016

34, nel 2017

54, nel 2018.

La maglia nera spetta alla Sardegna con ben 18 licenziamenti, seguita da Lazio e Sicilia con 8 licenziamenti a testa e Campania con 7.

 

Procedimenti disciplinari:

L’ escalation riguarda anche i procedimenti disciplinari

15, nel 2016

90, nel 2017

139, nel 2018, di cui 70 a partire da Giugno, mese dell’insediamento del nuovo Governo.

Sempre dei 139 procedimenti disciplinari, 35 si sono conclusi con sospensioni, censure ed archiviazioni; 40 sono ancora in corso.

 

Le Regioni modello

Piemonte, Trentino, Valle D’Aosta, Umbria, Basilicata e Molise con zero licenziamenti, le regioni più virtuose.

 

Da il Corriere della Sera