Se a fronte di SEI pronte disponibilità ne vengono programmate DODICI cosa garantiamo ai cittadini ed a noi stessi?”, a raccontare una situazione che viola chiaramente ogni norma in tema di sicurezza a tutela dell’operatore e del paziente, è Roberto Amerio Segretario Territoriale NurSind VCO.

NurSind ha proclamato lo stato d’agitazione, che in mancanza di risposte concrete ci porterà alla proclamazione dello sciopero nei tempi previsti dalla normativa. Da tempo chiediamo assunzioni in numero adeguato a fornire un servizio rispondente alle aspettative dei cittadini del VCO ed a garantire il rispetto delle norme contrattuali che si traduce nel rispetto di ognuno di noi, della nostra vita, delle nostre famiglie. Il VCO -continua Amerio - in questi anni ha pagato un prezzo elevatissimo; si sono susseguiti direttori generali, inaugurazioni ed annunci di assunzioni non avvenute o che a stento sono riuscite a coprire le cessazioni avvenute a vario titolo. In questo clima di disagio, che costantemente colpisce tutti i dipendenti la dirigenza utilizzando a pretesto la mancanza di personale si è mostrata particolarmente insensibile alle richieste di dipendenti in difficoltà personali anche gravi.

“Contestualmente alla richiesta d’incontro al Sig. Prefetto, atto dovuto dalle norme, abbiamo provveduto a richiedere un incontro ai Sindaci di Verbania, Domodossola e di Omegna   ed a inoltrare una richiesta ispettiva alla Direzione Territoriale del VCO. Siamo pronti allo sciopero in difesa degli infermieri e dei pazienti -dichiara il segretario territoriale, nonché membro del Direttivo Nazionale NurSind - lottiamo a fianco dei colleghi ogni giorno rivendicando condizioni di lavoro dignitose essendo ben consapevole che tutto ciò equivale a cure migliori.