Per lo stesso Bando di avviso di mobilità è possibile avere due graduatorie con punteggi differenti assegnati per lo stesso infermiere? Per logica no, ma all’ASUR Marche area vasta 5 riesce anche questa magia! Fortunatamente la Segreteria NurSind Ascoli Piceno-Fermo, in tutela dei colleghi infermieri, ripristina la legittimità dei principi e diritti, contro ogni discriminazione.

 

I fatti

Il collega infermiere aveva presentato regolare domanda di partecipazione al Bando di avviso della Mobilità volontaria ASUR Marche nel 2017 precisamente per la sede di area vasta 5 Ascoli Piceno – S. Benedetto e per la sede area vasta 3. Ora dopo circa due anni di attesa, il 30/01/2019  finalmente escono le graduatorie per  ASUR Marche area vasta 5 e 3 . Presto la sorpresa e il disappunto lasciano spazio alla rabbia, quando vede la sua posizione e punteggio per la carriera presentata uguale a zero (0!!!) nella graduatoria per la sede area vasta 5; mentre nell’altra graduatoria di area vasta 3 i suoi titoli di servizio sono correttamente conteggiati e attribuiti. Secondo l’ASUR AREA VASTA 5 non era stato specificato “il regime d’impegno”.

 

Il Ricorso con il NurSind Ascoli Piceno-Fermo

Il collega si rivolge alla Segreteria NurSind di Ascoli Piceno che senza indugio interpella il suo avvocato di fiducia la Dott.ssa Patrizia Paolucci, che analizzata la specifica situazione, inoltra richiesta di auto-tutela al direttore dell’ASUR Marche, richiedendo una nuova valutazione dei titoli presentati dal collega per l’area vasta 5.

Una richiesta più che legittima, perché nella determina 680/ASUR RDG del 20.11.2017 per la mobilità volontaria, non vi era nessuna indicazione che prescrivesse al candidato di riportare la totalità delle ore settimanali prestate.

L’avvocato Paolucci ha contestato all’area vasta 5 diversi profili di illegittimità in danno del collega: 

1) Violazione dell’art.3 della legge 241/1990 ed eccesso di potere per omessa motivazione e per manifesta irragionevolezza.

2) Eccesso di potere per scorretta applicazione dei criteri di valutazione prescritti nell’avviso di mobilità.

3) Eccesso di potere per valutazione manifestatamente illogica e per disparità di trattamento in ordine alla carriera professionale della istante.

 

Conclusione

L’ASUR Marche area vasta 5, oggettivato che l’errore di valutazione era talmente palese, ha prontamente comunicato la disponibilità a rivalutare i servizi pregressi. Il collega dovrà integrare la domanda ripresentando i titoli di servizio con i rispettivi regimi d’impegno orario (completo oppure part-time).

Con ogni probabilità presto vedremo una nuova determina di rettifica  della precedente graduatoria, resta comunque una notevole perplessità nei lavori della commissione esaminatrice dell’area vasta 5, perché ravvisiamo che lo stesso identico problema possa rilevarsi anche per altri colleghi. 

 

La Segreteria Nursind di Ascoli Piceno invita tutti i colleghi interessati a prestare molta attenzione e rivolgersi al nostro sindacato per ogni problema. 

 

Contatti Segretario Ascoli Piceno-Fermo Maurizio Pelosi:  3338084111