"Congratulazioni dalla Fnopi e dall'intera comunità infermieristica a Paola Di Giulio, nuovo componente non di diritto del Consiglio superiore di Sanità”.

Barbara Mangiacavalli, presidente della Federazione nazionale degli ordini delle professioni infermieristiche (FNOPI), il maggior ordine d’Italia con i suoi oltre 450mila iscritti e membro di diritto del Css in quanto presidente della Federazione, plaude alla scelta del ministro della Salute Giulia Grillo per l’inserimento tra i componenti “scientifici” del Css di un’infermiera, dopo quasi venti anni di assenza della professione.

“Si tratta – ha aggiunto Mangiacavalli - di un importante riconoscimento alla nostra professione e al lavoro portato avanti in tutti questi anni dalla professoressa Di Giulio che saprà sicuramente, come ha auspicato anche il ministro Grillo, che ringraziamo, per i componenti neo-eletti, suggerire le tecnologie diagnostico-terapeutiche necessarie su cui investire, proporre modelli di organizzazione, suggerire linee di ricerca traslazionale con ricadute certe sul Ssn ".

Paola Di Giulio, professore associato di Scienze Infermieristiche all’Università di Torino, oltre alla laurea in Scienze infermieristiche ha una specializzazione in Anestesia e Rianimazione, un master of Science - Advanced Clinical Practice (indirizzo oncologia) all'Università di Guildford, Surrey, Inghilterra, è responsabile dell’Unità di Ricerca Infermieristica dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri di Milano e ricercatore senior del Dipartimento di ricerca Cardiovascolare sempre del Mario Negri