A Napoli si sperimenta una formula assistenziale innovativa ed inedita per la cura e la gestione della stomia. Si tratta dell’ambulatorio a gestione interamente infermieristica, composto da volontari. 

L'ambulatorio nasce da un idea di un gruppo di 4 Infermieri Stomatoretapisti (Quagliozzi F. Bianchi O. Piro A. Gagliardi M.), specializzati presso la Scuola Nazionale per Infermieri in Stomatorapia AISTOM, (Associazione Italiana Stomizzati), con la collaborazione del dott. Motti, medico di medicina generale ed il supporto diretto della stessa AISTOM. 

L'ambulatorio ha sede a Napoli in corso Arnaldo Lucci n° 61, inaugurato nella giornata di Venerdì 8 Febbraio ed è a disposizione degli utenti ogni venerdì, dalle 15,00 alle 16,00, previo appuntamento.  In particolare, l’ambulatorio è rivolto a utenti portatori di stomie, come conseguenza di patologia oncologica e infiammatoria del tubo digerente e di supporto anche ai familiari.

"Lavorando in contesti ospedalieri campani - dicono gli Infermieri del centro -  dove troppo spesso i pazienti stomizzati dopo la dimissione non ricevono un adeguato supporto assistenziale e psicologico, ma al contrario sono lasciati in balia degli eventi e delle problematiche, abbiamo deciso di creare da un’idea di gruppo, un progetto che è diventato realtà".

"Presso l'ambulatorio - concludono gli Infermieri -, il paziente riceverà supporto infermieristico, medico e se necessario chirurgico per una corretta gestione della stomia. I pazienti ed i loro familiari, se necessitano avranno anche a disposizione un supporto psicologico il tutto in forma gratuita, ogni venerdi pomeriggio previo appuntamento".