“Da mesi lavoriamo alla realizzazione di 4 concorsi di Bacino per Infermieri e OSS” il 2019 secondo il Presidente Musumeci “consentirà il rientro di tanti professionisti che hanno lavorato fuori”.

 

Queste sono le parole pronunciare in una videointervista dell’Assessore Regionale alla Salute Ruggero Razza, rilasciata a InSanitas TV.

L’Assessore, secondo quanto si legge su molti giornali, avrebbe dichiarato l’intenzione di procedere già subito dopo Pasqua, all’indizione di Bandi per oltre 1700 assunzioni in sanità.

L’esempio che riporta Razza, è quello del Bando di mobilità per il nuovo Ospedale S. Marco di Catania, al quale hanno preso parte più di 800 Infermieri, per i quali questa opportunità rappresenta una ghiotta occasione per rientrare a casa dopo essere stati costretti per anni a lavorare fuori.

Il fatto che l’Assessore parli di “controesodo”, lascia presagire che in queste assunzioni avrà precedenza la mobilità.

Secondo il Testo Unico sul lavoro, infatti, i posti di nuova istituzione devono essere ricoperti proprio avvalendosi dell'istituto della mobilità. Avendo già tutta la Sicilia provveduto alle stabilizzazioni secondo il Decreto Madia, non dovrebbero esserci ostacoli in tal senso.

La speranza è che l’ingente numero di posti messi a disposizione dalle nuove dotazioni organiche che la Regione sta ricevendo dalle Aziende, consenta anche di dare vita a nuovi concorsi e stabilizzazioni, per dare così la possibilità anche agli esclusi dal Decreto Madia ed ai neolaureati, una volta seguiti gli iter legislativi utili a soddisfare le esigenze dei mobilisti, di poter concorrere per un posto di lavoro in Sicilia.

 

Una volta pubblicati i Bandi, le Segreterie Territoriali NurSind saranno a disposizione per i colleghi Infermieri interessati.