NurSind scende in piazza domani 17 Aprile con una prima manifestazione di protesta che si svolgerà in Piazza della Libertà a Roma dalle ore 10 (vicino alla sede AIOP).

Gli infermieri della sanità privata rivendicano il rinnovo del contratto scaduto da ben 13 anni.

L'indignazione dei lavoratori è giunta a seguito dell'interruzione del tavolo di trattativa nazionale, il motivo dell'interruzione stante alle dichiarazioni dei Dirigenti AIOP sarebbe la totale indisponibilità a stanziare risorse economiche per il rinnovo del contratto. Dichiarazioni inaccettabili che hanno mortificato la dignità dei professionisti sanitari che quotidianamente, contribuiscono in maniera fondamentale a reggere il SSN al pari dei colleghi del pubblico pur in una evidente disparità di diritti e di salario che qui vogliamo sottolineare.

"Chi garantisce la salute dei cittadini,   chi si prende cura di fatto dei pazienti, non può e non deve essere sacrificato per l’avidità di imprenditori mai sazi. È giunto quindi il momento che le associazioni datoriali si assumano le loro responsabilità e procedano immediatamente al rinnovo del contratto restiturendo dignita ai lavoratori" dichiara Romina Iannuzzi, Responsabile Nazionale Nursind per la Sanità Privata.

"Se le nostre proteste saranno inascoltate  chiederemo alle regioni la revoca degli accreditamenti alle strutture inadempienti che si rifiutano di rinnovare il contratto ai loro dipendenti".

Invitiamo pertanto  tutti i lavoratori della sanità privata a sostenerci e ad unirsi alla nostra protesta a difesa della nostra dignità professionale.