"Solidarietà e vicinanza nei confronti del dirigente sindacale Leonardo De Rosa, che recentetemente ha accusato un malore dopo aver lavorato più di 60 ore in una sola settimana con sei giorni di reperibilità continua".  Lo scrive in una nota il segretario territoriale NurSind di Caserta, Antonio Eliseo.

"Avevamo sollevato le nostre perplessità all'Azienda, - afferma il segretario NurSind - in merito ai turni di servizio, che non rispecchiavano di fatto la normativa vigente sull'orario di lavoro. Eppure dovrebbe essere l'Azienda stessa a garantire questo. Non è possibile che un lavoratore debba essere sottoposto ad un tale stress lavorativo".

"Alle nostre note numerose note inviate - continua - sia all’Ispettorato del Lavoro che all'Ufficio Inail, non hanno abbiamo ricevuto nessun riscontro,  anzi è stato messo in dubbio, che la stessa apparecchiatura utilizzata per gli esami strumentali cardiologici effettuati presso il P.O. San Rocco di Sessa Aurunca, dal nostro dirigente sindacale, non era adeguata a rilevare l’anomalia funzionale cosa poi accertata dai referti medici che hanno portato il nostro associato al ricovero presso l’Ospedale di Nola per essere sottoposto a coronarografia".

"Continueremo ancora e di più a lottare - conclude il segretario Eliseo -  affinché la sicurezza dei luoghi di lavoro sia garantita sempre come siano garantiti e applicati ai lavoratori tutti i diritti affinché episodi del genere non debbano più accadere. Assisteremo il nostro associato in tutte le sedi competenti presentando le dovute denunce agli organi preposti per legge".