Ci troviamo di fronte a innumerevoli episodi di piccoli furti, aggressioni, minacce, truffe e, sempre più spesso nelle ultime settimane, furti d’auto, vetri spaccati con furto di borse/zaini/chiavi, pezzi d’auto asportati, atti vandalici perpetrati ai danni di utenti, visitatori e dipendenti dell’Azienda Ospedaliera”, a denunciarlo la Segreteria territoriale NurSind di Perugia, in ordine di tempo un’ennesima incresciosa, inaccettabile e vile aggressione all’interno dell’area di parcheggio di competenza della A.O. di Perugia, stavolta a danno di una collega Infermiera che stava uscendo dal turno pomeridiano.

L’ultimo di una lunga sequela di aggressioni, prevalentemente a scopo di rapina e spessissimo non denunciati alle Forze dell’Ordine, che si verificano costantemente ai danni di lavoratori ed utenti”

 

La carente risposta al bisogno di sicurezza che in questo momento viene fornita da parte degli organi di vigilanza interni spinge quindi il NurSind Perugia a sollecitare la Direzione Aziendale affinché potenzi l’ opera di prevenzione di tali crimini.

Non siamo più disposti, come cittadini e come O.S., ad accettare che lavoratori ed utenti siano costretti a vivere nella paura di recarsi in Ospedale, chiediamo pertanto che la Dirigenza e, per la parte di competenza, le istituzioni, possano implementare l’opera di sorveglianza e di prevenzione, affinché non si ripetano mai più tali aggressioni, e si dia alla criminalità un messaggio forte e chiaro: l’Ospedale ed i suoi parcheggi non sono un supermarket del malaffare! “.