Organizzato dal Centro Ustioni Sassari, si è svolto ieri a Sassari un evento formativo di Aiuc Associazione Italiana Lesioni cutanee, importantissimo perché coiInfermieri Centro Ustioni Sassarincidente con la stabilizzazione della sezione Sardegna a lungo commissariata, attraverso le elezioni riservate agli iscritti dell’associazione, appena inserita tra le Società Scientifiche e Associazioni Tecnico-Scientifiche delle Professioni Sanitarie, accreditate presso il Ministero della Salute, in ottemperanza alla legge n° 24/2017 e relativo decreto attuativo del 9 agosto 2017. Un riconoscimento al valore scientifico della società e all’opera di diffusione della cultura legata all’ampio universo delle ulcere cutanee che tante applicazioni sta trovando nell’opera di tutti gli operatori coinvolti nel wound care.

 

Il corso "La gestione delle lesioni croniche cutanee – dall'inquadramento alla telemedicina", ha visto alternarsi medici e infermieri che hanno fatto il punto dello stato dell’arte partendo dall’inquadramento clinico (E. Sanna), ragionando sulle lesioni croniche (A. Posadinu), le tecniche di detersione e debridement (G.P. Muzzeddu), per proseguire con le tecniche di medicazione (T. Burrai), bendaggio compressivo (N. Spissu), lo scarico dei decubiti e piede diabetico (E. Aiello).

La seconda sessione ha affrontato il tema dell’ulcera che non guarisce (A. Bolognini), il re-assessment e i livelli di trattamento (A. Mannu), la pressione topica negativa (V. Canu) per arrivare agli innesti cutanei (E. Sanna), le terapie avanzate e i loro risultati (A. Posadinu), senza dimenticare l’importanza dell’alfabetizzazione sanitaria e la comunicazione (F. Giacinto).

 

Il coAlma Posadinu Direttore Centro Ustioni Sassarirso è stato particolarmente apprezzato dai convenuti che hanno potuto apprezzare la grande competenza dei relatori, abili nelle spiegazioni e nel tenere desta l'attenzione anche grazie ai casi clinici selezionati e alle immagini che hanno messo a paragone la situazione iniziale con i risultati finali, in alcuni casi davvero impressionanti.

L’evento, nonostante tratti una materia solo apparentemente di nicchia, ha riscosso particolare interesse legato proprio alle ripercussioni che le lesioni cutanee hanno sulla vita dei pazienti e sulle complicazioni che apportano al ricovero ospedaliero, tanto più quando l’approccio anamnestico è trascurato, con tutte le conseguenze legate all’approssimazione dei trattamenti. Trattamenti che a volte non sono pienamente conformi alle linee guida e che per l'alta incidenza delle lesioni stesse, hanno indotto la Dott.ssa Alma Posadinu, a progettare un percorso diagnostico terapeutico che mira a creare una presa in carico imEmmanuela Sanna Presidente Aiuc Sardegnamediata dei pazienti a rischio o già colpiti da lesione cutanea, per raggiungere precocemente i migliori risultati possibili e condurre i pazienti a migliore qualità di vita e outcome.

La giornata si è quindi conclusa con la proclamazione del primo presidente della sezione Aiuc Sardegna eletto, la dott.ssa Emanuela Sanna, chirurgo e ustionologo in servizio presso il Centro Ustioni Sassari alla quale sono andati i migliori auguri di buon lavoro da parte degli iscritti Aiuc Sardegna, con l'auspicio che possano presto ripetersi eventi formativi mirati ad aumentare consapevolezza e abilità pratiche.

 

Andrea Tirotto

 

L'intervista alla Dott.ssa Alma Posadinu