Mentre l’Italia resta il fanalino di coda in tema di stipendi, che restano i più bassi d’Europa, in Germania nel fine settimana è arrivato l’aumento dello stipendio salariale per 800mila lavoratori statali, esteso poi ad altri 1,1 milioni di lavoratori fino ad arrivare a 3,3 milioni.

In una Germania che non cresce per la prima volta dopo 5 anni e con un Pil che rallenta, il mercato del lavoro sembra godere di ottima salute e così anche il mercato del lavoro: la disoccupazione è ai minimi dalla riunificazione, 45 milioni gli occupati e 1,46 milioni i posti vacanti.

Il Contratto per gli Statali dei 15 Länder (Assia esclusa) mirato soprattutto ad aumentare gli stipendi troppo bassi di assistenti ai bambini ed infermieri, prevede un +8% spalmato su 33 mesi e comunque mai al di sotto dei 240 euro di aumento complessivo.

A questo si aggiungono alcuni aumenti ad hoc:

120 euro in più per gli assistenti sanitari

105 euro per alcune categorie di insegnanti

50 euro per chi è assunto ed è in periodo di prova.

 

 

Da il Sole24ore