Riceviamo e pubblichiamo la testimonianza di Adolfo Passarelli, infermiere, che ci conferma come anche in Italia, l’infermiere si occupi di eseguire il Microbubble Test.

Competenze avanzate. Sono gli Infermieri ad eseguire sui pazienti il "Microbubble Test”. Cos’è ed a cosa serve

Di quest’ultimo ne avevamo parlato in un precedente articolo, perché eseguito in autonomia dagli infermieri spagnoli.

Il microbubble test facilita ed accelera nel paziente la presenza di forame ovale pervio (PFO), predittore della possibilità di avere un ictus.

Nel 2018 nell’ ambulatorio in cui opera Adolfo, vi è stato un afflusso di pazienti di circa 400 unità con una positività dell’esame di circa il 30%.

 

Adolfo, ci parla ancora di un altro importante test per fare diagnosi tramite la somministrazione del SoneVue.

SonoVue è destinato al solo uso diagnostico. È un agente di contrasto (ossia una sostanza che consente la visualizzazione delle strutture interne negli esami di diagnostica per immagini).

E’ indicato per l’uso in ultrasonografia allo scopo di incrementare l’ecogenicità del sangue, o dei fluidi nel tratto urinario che a sua volta comporta un miglioramento del rapporto segnale/rumore.

Viene essere somministrato a pazienti per i quali l’esame senza mezzo di contrasto non è decisivo.

Ecocardiografia

SonoVue è un mezzo di contrasto ecocardiografico in grado di attraversare il circolo polmonare, indicato nei pazienti adulti con sospetta o accertata patologia cardiovascolare in grado di opacizzare le camere cardiache e migliorare la definizione del bordo endocardico ventricolare sinistro.

Doppler dei grandi vasi

SonoVue migliora l’accuratezza diagnostica nella individuazione oppure esclusione di anomalie a carico delle arterie cerebrali, delle carotidi extracraniche oppure delle arterie periferiche in pazienti adulti, grazie ad un miglioramento del rapporto segnale Doppler-rumore. Nello studio del circolo portale in pazienti adulti, SonoVue migliora la qualità dell’immagine Doppler del flusso e la durata clinicamente utile dell’incremento del segnale.

Doppler del microcircolo

Durante l’esame eco-Doppler in pazienti adulti, SonoVue migliora la visualizzazione della vascolarizzazione delle lesioni del fegato e della mammella, consentendo una più specifica caratterizzazione della lesione.

Ecografia delle vie escretrici urinarie

SonoVue è indicato per l’uso in ecografia delle vie escretrici urinarie in pazienti pediatrici, dalla nascita a 18 anni, per rilevare la presenza di reflusso vescico ureterale.

 

Il “SonoVue” è un medicinale contenente il principio attivo esafluoruro di zolfo (un gas).

È disponibile in un kit che include un flaconcino contenente gas e polvere e una siringa

pre riempita contenente 5 ml di solvente. Quando viene ricostituito in soluzione, 1 ml di SonoVue contiene 8 microlitri di esafluoruro di zolfo, sotto forma di "microbolle" che si creano nella sospensione liquida.

 

Il principio attivo di SonoVue, esafluoruro di zolfo, è un gas che non si scioglie nel sangue.

SonoVue viene costituito in sospensione, il gas rimane intrappolato in minuscole bolle denominate "microbolle". Dopo l'iniezione, le microbolle circolano nel sangue, dove riflettono il segnale ultrasonografico più degli altritessuti corporei .

Questo contribuisce a migliorare i risultati degli esami eseguiti con ultrasuoni, come l'ecocardiografia e la diagnostica Doppler.

Il gas viene eliminato dall'organismo attraverso l'aria espirata, senza avere nessuno effetto collaterale.

Negli studi sul Doppler, l'impiego di SonoVue per misurare il flusso del sangue nei grandi vasi sanguigni ha migliorato l'accuratezza diagnostica negli esami delle arterie cerebrali, delle carotidi (arteria del collo).

Il comitato per i medicinali per uso umano (CHMP) ha deciso che i benefici di SonoVue sono superiori ai suoi rischi nell'incrementare l'ecogenicità (il contrasto ultrasonico) del sangue nella diagnostica Doppler dei grandi vasi del microcircolo.